Cappelletti o Tortellini?
Cucina romagnola tradizionale. Cappelletti o Tortellini?
Cappelletti fatti a mano - Foto: ITineraris

Ogni azdora e ogni casa ne detiene la propria ricetta ma una cosa è certa, entrambe queste specialità rappresentano l’eccellenza della cucina emiliano-romagnola, soprattutto se serviti con un buon brodo caldo di cappone! I tortellini hanno origini emiliane, Castelfranco Emilia, mentre i cappelletti sono romagnoli. Nello specifico hanno poche cose in comune se non che si ottengono entrambi da una sfoglia di pasta all’uovo. L’origine di queste due specialità è importante da sottolineare perché ne influenza anche gli ingredienti del ripieno, infatti nei tortellini è d’obbligo includere la mortadella di Bologna, mentre nei cappelletti carne macinata mista di carni bovine e suine oppure formaggi di vario genere.

La particolarità che, però, riteniamo più interessante è quella della forma. I tortellini sono più piccoli e la loro forma nasce da una leggenda che vede come protagonisti Bacco, Marte e Venere e narra che dopo una giornata di battaglia le tre figure trovano rifugio in una locanda, il mattino seguente Venere al suo risveglio viene vista nuda dall’oste che rimane incantato dalla bellezza del suo ombelico e corre in cucina a riprodurne la forma con la pasta. Il cappelletto, invece, non è legato a leggende locali, ma sembra che ricordi i cappelli indossati nel Medioevo o dalla gente di campagna.

In conclusione, possiamo definirli cugini perché si somigliano ma rimangono diversi, questo va ad arricchire la varietà e il valore della cucina italiana. 

Scopri i nostri tour!