L'antica tradizione
dell'allevamento brado in Maremma

buttero cavallo scafarda sella
Cavallo maremmano e sella scafarda

Nel centro dell’Italia sopravvive un’antica tradizione: l’allevamento brado di vacche e cavalli. I Butteri sono i tenutari di questo enorme patrimonio culturale, di cui la Maremma Toscana e Laziale è la splendida scenografia.

Il Buttero è il mandriano che, in sella al suo cavallo, sorveglia, cura e sposta le mandrie di vacche dalle caratteristiche corna a lira e dal manto bianco-latte sfumato al grigio.

Per i Butteri il cavallo non rappresenta solo uno strumento di lavoro, bensì un inseparabile compagno. Nella monta maremmana esso è domato “a briglia”, cioè si guida con una mano sola, con la redine d’appoggio. L’altra mano deve essere libera per poter reggere “l’uncino”, un lungo bastone che serve per aprire e chiudere i cancelli dei recinti o raccattare da terra le cose.

La sella è chiamata “bardella” nel Lazio e “scafarda” in Toscana. Quest’ultima deriva dalla sella militare: nel 1920 il Colonnello Del Frate, in servizio presso la Cavalleria Militare di Grosseto, consigliato dai Butteri, la adattò alle esigenze del lavoro a cavallo, rendendola comoda e confortevole per l’animale e per chi lo monta per più ore. Noi la usiamo regolarmente nei nostri trekking, insieme a cavalli di Razza Maremmana, dal tipico manto baio o morello, compagni affidabili e sicuri in qualunque situazione.

Una nota storica, rintracciabile nei giornali dell’epoca, ricorda che i Butteri uscirono vincitori da una temeraria sfida con i cow boy del Colonnello Buffalo Bill, giunto a Roma nel 1890 durante una tournée con il suo colossale circo equestre Wild West Show, che incantò l’Europa con centinaia di comparse e cavalli.

Buffalo Bill, certo delle prodezze dei suoi cow boy, sfidò i Butteri del Duca Caetani nella doma di alcuni cavalli selvatici. Le cronache giornalistiche di allora raccontano che mentre i cow boy di Buffalo Bill finirono a terra, il buttero Augusto Imperiali riuscì a rimanere in sella, vincendo la scommessa di 500 lire in palio.

La scommessa non fu mai pagata, ma da allora i Butteri sono molto conosciuti e rispettati negli Stai Uniti d’America.

Scopri i nostri tour!