Santarcangelo di Romagna
Santarcangelo_di_Romagna_door_Valmarecchia
Santarcangelo di Romagna - Foto: PH. Paritani

Santarcangelo di Romagna si trova nel primo entroterra riminese, è infatti considerata “La Porta della Valmarecchia”. E’ una cittadina vivace e molto affascinante, con la sua Rocca malatestiana, gli ipogei millenari scavati nel sottosuolo e la torre campanaria che svetta sulla parte più alta del Colle Giove, da cui si gode di una splendida vista sul mare. Qui è conservato nella sua forma originaria uno sferisterio di epoca rinascimentale, ossia un campo per giocare al tamburello. Santarcangelo è anche una città misteriosa, poiché nel sottosuolo del colle Giove si trova un’altra città sotterranea di origini antichissime: circa 150 grotte scavate nell’arenaria e nell’argilla, alcune delle quali hanno una struttura architettonica molto elaborata e suggestiva. Si discute ancora sull’origine di questi ipogei, ma è certo che ebbero diversi utilizzi nel corso della storia: da luoghi di culto paleocristiano a rifugi durante la Seconda Guerra Mondiale, ma anche cantine per conservare il vino, da qui il nome “Sangiovese”, che, secondo la leggenda locale, deriverebbe da sanguis Jovis, poiché le gallerie sotterranee, riempite di liquido rosso, venivano metaforicamente paragonate alle vene in cui scorre il sangue di Giove. Santarcangelo è famosa anche per aver dato i natali a Papa Clemente XIV, in onore del quale è stato costruito un maestoso arco, per il vino Sangiovese e per il buon cibo; tra le sue stradine lastricate si possono trovare osterie e locali dove assaggiare la vera cucina romagnola. Altri luoghi interessanti sono la Chiesa della Collegiata, Porta Cervese, il monastero di Santa Caterina e Barbara, la Pieve di San Michele, il Museo Storico e Archeologico e il Museo etnografico degli usi e costumi di Romagna. Da non perdere le numerose sagre e fiere che scandiscono ancora oggi il ritmo di vita degli abitanti, come la Fiera di San Martino, la Fiera di San Michele (antica Fiera degli Uccelli), la manifestazione estiva “Calici” e il Festival del teatro in Piazza.